Archivi categoria: COMMENTI SITUAZIONE FISCALE

AUGURI DI BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO?

In un batter d’occhio siamo arrivati alla fine del 2017.

Un anno “di corsa”, almeno per gli studi dei Commercialisti, a causa di  adempimenti che si sono moltiplicati, pretese confuse, balletto di scadenze e “sfilate” di modelli F24 che hanno prosciugato le risorse delle aziende e minato la loro liquidità.

Stretti tra le richieste dell’Amministrazione Finanziaria e le difficoltà delle Imprese di pagare le imposte,  abbiamo fatto “serf” nelle tastiere dei computer per rispondere ad un fisco che ha raggiunto gradi di complessità impensabili, adempimenti che si espandono come olio versato a terra, interpretazioni schizzofreniche e conseguenti rischi di sbagliare, di fare tardi, di saltare qualcosa.

L’impressione è che la situazione sia sfuggita di mano anche alla politica e ai funzionari dell’Amministrazione; chiunque ci metta le mani se le trova “impastate” da un groviglio di norme e dalla fame di gettito… Come se ne esce?

Per il 2018 non la vedo bene; le elezioni e un nuovo governo porteranno senz’altro altri cambiamenti, saranno varati altri decreti e altre norme da interpretare e applicare, le aziende saranno sottoposte a nuovi oneri che non aiutano la ripresa.

Spero proprio di sbagliarmi ma sarà senz’altro un’altro anno difficile e impegnativo, che affronteremo con la solita determinazione ma anche con la rabbia di chi vorrebbe che le cose andassero diversamente.

AUGURI A TUTTI!!

 

LA COLPA E’ DI LUCIFERO?

Tonino Morina, in un articolo del Sole24ore di oggi  si interroga sul perchè dell’ennesimo pasticcio sulle proroghe tardive e a mezzo “comunicato stampa-legge”; anno dopo anno assistiamo alla penosa e ripetitiva saga dei rinvii comunicati all’ultimo minuto, che fanno solo perdere ore e ore di lavoro agli intermediari e ai contribuenti, screditano la Pubblica Amministrazione e non raggiungendo nessun risultato positivo.

 

Continua la lettura di LA COLPA E’ DI LUCIFERO?

COMMERCIALISTI IN RIVOLTA

Dal sito della Cassa di Previdenza dei Ragionieri rilanciamo un recente articolo che ribadisce quello che già si sapeva: lo Stato sta trasferendo oneri e adempimenti ai contribuenti; servisse a spendere meno e a diminuire il debito, saremmo anche disponibili a fare la nostra parte, ma sono anni che a livello centrale scaricano lavoro sugli addetti ai lavori e sui contribuenti. Quando basta?

Continua la lettura di COMMERCIALISTI IN RIVOLTA

NESSUN RISPETTO PER GLI OPERATORI

Il commento di Gianpaolo Ranocchi di stamani sul Sole24ore ci trova perfettamente d’accordo, ma l’impressione è che il nostro Fisco non impari dagli errori, anzi…

A ennesima nuova scadenza fiscale, quella della comunicazioni delle liquidazioni Iva , anche questa volta è corrisposta l’ennesima proroga, per l’ennesima volta all’ultimo minuto. Soluzione Italica del problema o sintomo di un malessere più profondo?

Continua la lettura di NESSUN RISPETTO PER GLI OPERATORI

Si dice semplificazione ma in realtà si tratta di «ingorgo fiscale»

Ancora uno spunto dal Sole24ore per evidenziare quello che è sotto gli occhi di tutti; non esiste nessuna semplificazione e Commercialisti e Imprese vedono crescere il tempo da dedicare agli adempimenti… Se almeno i sacrifici servissero a qualcosa: il deficit aumenta e in futuro non potranno che esserci nuovi prelievi e nuove imposte, nonchè riduzioni di servizi pubblici ai cittadini. Non ci siamo…

Si chiama «semplificazione fiscale» per l’agenzia delle Entrate e «ingorgo fiscale» per i contribuenti e i loro professionisti. Questa è la sintesi della situazione in cui attualmente si trovano Fisco, Continua la lettura di Si dice semplificazione ma in realtà si tratta di «ingorgo fiscale»

LA BUFALA E L’ESCAPOLOGO FISCALE

Riporto il documentato articolo e l’allegato predisposto dal sito ATENEOWEB in risposta al “furbetto del manualino” che imperversa da giorni su TV e social media. Tutte le soluzioni proposte dall’Escapolgo sono ben note a chi il nostro lavoro lo fa seriamente e vengono attuate ove e quando è possibile. Forzare la mano su tutti gli accorgimenti è solo da incoscienti e da venditori di fumo. In Italia le tasse sono alte e i soldi che spende lo Stato sono spesso utilizzati male, ma il sistema si deve basare sulla correttezza e i contribuenti devono pretendere uno Stato più efficiente e meno inutilmente esigente verso i cittadini. Ma non diventando tutti dei “furbetti”… è un problema culturale e l’Escapolgo fa solo demagogia spicciola.

Il manuale di AteneoWeb è un utile strumento per chi volesse approfondire i molti aspetti dei costi deducibili e spese ammesse in detrazione in maniera corretta.

Continua la lettura di LA BUFALA E L’ESCAPOLOGO FISCALE